Evoluzione e politiche di comunicazione dei distretti orafi italiani

Paolo Piciocchi, Clara Bassano

Abstract


This work aims to examine the characteristics of the Italian Goldsmith industry, focusing in particular on the "system areas" and/or "industrial districts" variously located in the numerous provinces of this country.

Indeed, the scenario of Italian gold crafting extends, with different characteristics, across Vicenza, Arezzo, Valenza Po, Milan, Naples and Caserta (Tarì).

This study examines the points of similarity and difference among the various production realities, i.e., an analysis of the different behaviour patterns and communication policies adopted. From this emerge two macro-orientations. In the north of Italy there are formalized and shared communication policies due to greater openness and collaboration between the actors (districts). In the South, however, there is little shared communication within and outside the area (system area), which is the result of a business culture two centred on individualism. These differences, symptomatic of different visions of company growth and development - strategic collaboration in the north, opportunistic co-operation in the south, are reflected in a different praxis in the use of technology and integrated means of communication, tending towards synergy in the north and opportunism in the south.


Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici


AGUIARI R., "II marketing nel settore orafo", Edalo , Roma, 1994

BARILE S., L'impresa come sistema, Contributi sull'Approccio Sistemico Vitale (ASV), Giappichelli, Torino, 2006

BARILE S., PICIOCCHI P., BASSANO C., "Le dinamiche evolutive del distretto in ottica sistemico vitale", in (a cura di) Barile S., L'impresa come sistema, Contributi sull'Approccio Sistemico Vitale (ASV), Giappichelli, Torino, 2006

BECATTINI G., "Modelli locali di sviluppo", Editore II Mulino, Bologna, 1989

BECATTINI G., "Dal distretto industriale allo sviluppo locale", Bollati Boringhieri, Torino, 2000

BECATTINI G., "II distretto marshalliano come concetto socio-economico", in Studi e Informazioni, Quaderni n. 34, 1991

BECATTINI G., II distretto industriale, Rosenberg & Sellier, 2000

BECATTINI G., Mercato e forze locali: il distretto industriale, Il Mulino, Bologna, 1987

CALVELLI A., Profili manageriali e sviluppo di impresa. Le piccole e medie imprese meridionali, Studi monografici dell'Istituto di Ricerche sulle Attività Terziarie, C.N.R., Napoli, n. 2, 1990

CALVELLI A., Scelte d'impresa e mercati internazionali, Giappichelli,Torino, 1998

CARCANO L., "II mondo orafo tra tradizione e innovazione", Etas, Milano, 2002

CATTANEO C., E. SABBADIN, R. VIRTUANI, " il settore orafo. Strategie di prodotto, di marketing e di area", Giuffrè Editore, Milano, 1993

DELLA TORRE E., "Sviluppo di nuovi prodotti: tendenze e comunicazione", Atti del Convegno: Il dettaglio orafo oggi: marketing e gestione, Vicenza, 14 settembre 1992

DONNA G., BERTERO P., "11 profilo economico-finanziario delle imprese orafe", in GAIBISSO, GAIBISSO A. M., "L'industria orafa italiana: strutture e strategie di settore", Franco Angeli, Milano, 1995

ENRIGHT M.J., "Regional Clusters and Firm Strategy", in Chandler A.D. (ed.), The Dynamic Firm: The Role of Technology, Strategy, Organization and Regions, Oxford University Press, Oxford, 1998

GAIBISSO A. M., "L'industria orafa italiana: strutture e strategie di settore", Franco Angeli, Milano, 1995

GANDOLFI V, Area sistema: internazionalizzazione e reti telematiche, Franco Angeli, Milano, 1988.

Gold Report "L'industria italiana dell'oreficeria e dell'argenteria", giugno 2006

Gold Report, "Caratteristiche essenziali del settore", dal sito www.vicenzaoromagazine.it

GOLINELLI G.M., "L'approccio sistemico al governo dell'impresa. L'impresa sistema vitale. Vol. I", Cedam, Padova, 2000

IANNUZZI E., "II sistema distrettuale tra declino ed evoluzione. Il caso Mezzogiorno: i distretti di Nocera e di Solofra", Cedam, Padova, 2007

MARSHALL A., The principles of economic, UTET, Torino, 1972

PICIOCCHI P., "Sistemi di reti imprenditoriali tra le PMI meridionali: relazioni tra imprese nel distretto e nella filiera dell'Agro Nocerino - Sarnese", n. 15 della Collana di Studi Aziendali e di Marketing, Università degli studi di Salerno, Centro Studi di Tecniche Aziendali "Arnia", 1999

PORTER M.E., 1998, "Cluster and the New Economy of Competition", Harward Business, Review, November-December, 1998

STORPER M., The Regional World, Guildford Press, New York, 1997

TOSATO D., L. D. BRUNNER, "Efficienza produttiva e cultura organizzativa nelle imprese orafe", a cura dell' ASSICOR (Associazione intercamerale di coordinamento per lo sviluppo dell' oreficeria, argenteria e affini), Arezzo, 1996

VIESTI G., "Crisi ed evoluzione dei distretti industriali", in Onida F., Viesti G. e Falzoni A. (a cura di), ! distretti industriali: crisi o evoluzione, EGEA, Milano, 1992

ZANDA R., Modello distrettuale e sviluppo locale, Giuffrè Editore, Milano, 2001

ZANNI L., Distretti industriali e nuovi scenari competitivi. L'esperienza del distretto orafo aretino, Franco Angeli, Milano, 2006

SITOGRAFIA

http//: www.artigianato.regionelombardia.it

http//: www.econ-pol.unisLit/ quaderni

http//: www.gruppoitalia.it

http//: www.wjc.it

http: //www.cna.it

http:// www.borgoorefici.it

http:// www.clubdistretti.it

http:// www.distretti.org

http:// www.ildenaro.it

http:// www.omat360.it

http:// www.unoaerre.com

http://www.aaster.it

http://www.aigle.it

http://www.corriere.it

http://www.studimpresa.vi.it

http://www.venus.unive.it

http://www.vicenzaoromagazine.it

http://www2.dsc.unibo.it




ISSN: 1971-5293

ISSNe: 2283-3374


Esperienze d'Impresa, Reg. Tribunale Salerno n. 875 del 3/11/1993